Quel propulsore che si chiama Emozione

on Domenica, 15 Novembre 2015. Posted in Un Paese di eccellenze

Che l’Italia sappia poco valorizzare ciò che fa di buono e bello, è un dato di fatto. Che nel nostro Paese via sia una diffusa incapacità (in molti casi, leggasi mancanza di volontà) di fare rete, è cosa nota. Il campanilismo regna sovrano, a tutti i livelli. Una spiegazione ci arriva dalla storia: secoli e secoli in grado di snocciolare tutta una nutrita serie di elementi inconfutabili. In primis, il fatto che la nazione italiana nasce dall’unione di popoli, culture, usi e tradizioni diverse tra loro, talvolta diametralmente opposti. Non c’è da stupirsi, dunque, se da questo crogiuolo di genti, anziché uno spirito unitario, spunta fuori la competizione. Spicca poi un'altra evidenza: il genio italico, quel quid che contraddistingue nel mondo il nostro Paese, ha sempre avuto bisogno di un propulsore che si chiama “emozione”. Una spinta interiore, insomma, che- se sommata a condizioni di urgenza- crea il miracolo.

Frecce  Tricolori

La crisi ci devasta? L'Italia può farcela

on Venerdì, 20 Settembre 2013. Posted in Un Paese di eccellenze

Tutto pare suggerire l'inesorabile caduta nel baratro. Eppure il nostro Paese, come sempre ha fatto nella storia, riserva molte sorprese

L’Italia può farcela. L’Italia ce la farà. Ma non ora. Forse quel metro prima del baratro non è ancora stato raggiunto. Quando questo avverrà, l’Italia guarderà giù, ci penserà un attimo, ma alla fine la spunterà. Come sempre è accaduto nella storia. Quando tutto nei secoli suggeriva la parola “fine”, l’Italia e gli Italiani dimostravano che non era così, che esisteva ancora un minimo margine per rialzarsi. Chiamalo genio italico, chiamalo come preferisci. L’Italia non solo restava in piedi, ma si risollevava alla grande. Con quel guizzo d’orgoglio che lampeggia negli occhi di chi, in fondo, sa quanto vale: ma vuoi per pigrizia, vuoi per timore, vuoi per mancanza d’abitudine, fatica a ricordarselo. Anche nei confronti della devastante crisi attuale l’Italia ce la farà. E ce la farà grazie a questo genio italico unito alle innegabili eccellenze che il nostro Paese racchiude in ogni suo angolo. 

Italia paesaggio

La resilienza

on Giovedì, 18 Ottobre 2012. Posted in Viaggio nell'Anima

La capacità che un materiale ha di resistere a forze impulsive, ossia a urti improvvisi, senza spezzarsi. Ma non solo. Anche quella di conservare la propria forma struttura o riacquistare la forma originaria dopo essere stato sottoposto a schiacciamento o deformazione. Questo è, nella fisica ingegneristica, la resilienza.

In ambito psicologico la resilienza trova una declinazione che, nella sua semplicità e perentorietà, parla da sola.
La resilienza, per la psicologia, è la capacità che alcuni uomini possiedono di affrontare le avversità, superarle e, addirittura, uscirne rinforzati e trasformati in senso positivo.

Insomma, la capacità di ricostruire e trasformare se stessi, dopo gli eventi più traumatici, negativi e annientanti, senza perdere la propria sensibilità e la propria umanità. Anzi, acuendo tali caratteristiche nell’ottica di un’ulteriore, “sensazionale” evoluzione. Fino a raggiungere mete realisticamente poco probabili. Come se le avversità, anziché distruggere, rafforzassero.

fiori asfalto

La bontà insensata

on Mercoledì, 03 Ottobre 2012. Posted in Viaggio nell'Anima

Quando tutto sembra gridare che altro non vi può essere che il male, quando il mondo pare crollare sotto l’ingiustizia… Nel buio più totale… là, si accende una piccola luce.

Una luce che, pian piano, avanza nella tenebra.

Una luce che si fa sempre più spazio e, minacciando il buio con il suo lento e inesorabile avanzare, alla fine vince sulla tenebra.

È la bontà insensata, sapientemente ritratta nell'ultimo volume di Gabriele Nissim (La bontà insensata. Il segreto degli uomini giusti, edit. Mondadori).

faro